News & Anticipazioni

Auto senza pilota: tutte le ultime novità tecnologiche

Il futuro potrebbe essere nella auto a guida autonoma, le famose “auto senza pilota”.

Fino ad ora le abbiamo tanto ammirato nei film e di cui recentemente si è sentito parlare in quanto oggetto sempre più frequente di studi e test.

Nonostante l’arrivo ufficiale di questo tipo di vetture su strada è ancora parecchio lontano, gli automobilisti iniziano già a parlarne e, in Italia, non sembrano esserne proprio entusiasti.

Da un’indagine effettuata dall’ ACI, risulta che meno della metà degli automobilisti vorrebbe fare anche solo un giro su questo tipo di veicoli e che addirittura un automobilista su quattro non lo farebbe mai.

Questa tecnologia, ancora molto “fresca” ha bisogno di dimostrare ancora molto, per poter convincere gli automobilisti della sicurezza ed efficienza di questi sistemi ma c’è chi, ancora, non rinuncerebbe mai al piacere della guida e che chiede, quindi, la possibilità di poter disattivare questi sistemi di guida autonoma.

Rolf Bulander, presidente del settore Mobility Solution del marchio Bosch, afferma che queste vetture non vedranno mai la luce prima del 2020, anno in cui inizieranno lentamente a farsi strada nel mercato, e che saranno decisamente costose.

I primi livelli di tecnologia, definiti come Level 4 e 5 sono ancora in via di sviluppo e permetteranno capacità di guida quasi autonome in ambiti cittadini.

Il Level 3 (e superiori), invece, richiede lo sviluppo di importanti intelligenze artificiali per gestire il movimento anche ad alte velocità, e sta vedendo la partnership di Nvidia per la realizzazione e i test.

A causa degli elevatissimi costi dei sensori, radar e tutti i dispositivi tecnologici, le auto a guida autonoma del Level 4 e 5 avranno per l’appunto costi proibitivi, gestibili soltanto da clienti “business” che lavorano con i veicoli a quattro ruote 24 ore al giorno o quasi.

Per questo tipo di veicoli, Bosch ha già scelto un costruttore partner (ancora non dichiarato) con il quale effettuare il debutto fra qualche anno.

Per le auto Level 3, invece, il debutto è ancora lontano e prevede ancora molti studi di questa intelligenza artificiale che dovrà essere in grado di agire come uno studente a scuola guida, di imparare a gestire situazioni di difficoltà crescente diventando sempre più abile, fino a poter guidare il veicolo autonomamente senza l’intervento esterno da parte di nessuno.